ricette del benessere

L'appetizer vien mangiando...

 

 

“Chi ben comincia è a metà dell'opera” e “si ha solo una possibilità per fare una buona prima impressione” ma non continuo con “non esistono più le mezze stagioni”: state tranquilli questa non è la sagra paesana del luogo comune a basso costo! Voglio solo chiarire che in certe circostanze bisogna curare “l'entrèe”con particolare attenzione...

 

Metti allora che il tuo compagno ti avvisi, in tarda mattinata, di aver preso la brillante iniziativa di invitare a casa vostra il buon vecchio amico Elia per l'aperitivo dopo-lavoro.

 

L'altra metà del tuo cielo e il compare di merende si sono dati due belle pacche sulle spalle e hanno pensato all'unisono che, nonostante i precedenti insuccessi, questa volta sarebbe stata una gran bella idea fissare un incontro per poter finalmente far incontrare le rispettive fidanzate e così agevolare le future uscite a quattro.

Insieme ad Elia, infatti, sarà vostra ospite anche “LEI”,la sua nuovissima fiamma, che però, tu sai essere anche “QUELLA” che ci ha provato più volte con il tuo fidanzato prima che lui ti conoscesse!

Con la vaga sensazione di essere stata incastrata e rassegnata al fatto di non poter scappare da casa tua, fai ricorso alla tua carica di self control e metti in campo tutte le tue rinomate doti organizzative.

 

Un'ora dopo, grazie a due telefonate-fiume con mamma e suocera, hai già pronto il menù per la più deliziosa e veloce cena-buffet di tutti i tempi.

L'unico intoppo si è presentato quando a tue sollecitazioni specifiche in merito a nuove idee sulla varietà di appetizer da servire come finger-food per l'ape, le due grandi matriarche sono ammutolite interrogative e ti sei accorta che loro non pensavano affatto a cosa associare ad uno spritz, ma al massimo potevano arrivare ad un vermouth un po' vintage.

 

Pensa che ti ripensa e chi sa perché, non riesci proprio a toglierti dalla testa l'immagine di LEI magrissima, elegante, aggressiva, inappetente... e allora ti viene in mente di preparare l'antipasto perfetto: originale e sfizioso ma anche dalle indiscutibili qualità nutrizionali.


Uno degli ingredienti di cui si compone il piatto è la menta e così il tuo inconscio subito la associa, assolutamente casualmente, al mito greco della ninfa Mente, che amata dal dio degli inferi, fu capace di scatenare la furia della gelosissima Persefone e per questo fu trasformata da Ade nella pianta che poi da lei prese il nome. Anche Plinio narrava di come il suo aroma fosse capace di “stimolare i sensi ad un avido desiderio di carne” ma comunque quello che più ci interessa è che  possiede buone proprietà antisettiche e stomachiche ed è utile per contrastare i problemi legati allo scarso appetito..

 

 

400 g di alici freschissime,

2  spicchi d'aglio,

2  limoni,

3  zucchine,

200 g   di bocconcini di mozzarella,

1   mazzetto di menta,

4   cucchiai di olio ex-vergine di oliva,

paprika dolce,

sale.

 

Preparate un bagno rilassante di spremuta di agrume vivace e lasciatevi galleggiare il trito aromatico e pungente di due spicchietti di luna sotterranea.

 

Questo concentrato odoroso, poderosamente disinfettante ed antibatterico farà da regale marinatura per l'engraulide celeste dalle carni snelle e affusolate e portatrici sane di abbondanti quantità di omega 3 e acidi grassi essenziali.

 

Spuntate quelle diuretiche e depuranti teste di zucchine e aggiungetevi carattere grigliandole in fettine longitudinali. Donate loro il vezzo della sapidità e la grinta dell'oro ex-vergine delle prosperose colline della campania felix. Aggiungetevi solo tutto lo charme seducente della menta sacrificale.

Sgocciolate i filetti di acciughe e irrorateli con il rimanente condimento e poi arrotolateli in un abbraccio commovente intorno alle gocce calde e pure del latte della nostra madre terra.

 

Legate questo abbraccio indissolubile e infiocchettatelo con i nastrini vegetali lasciati ad insaporire in precedenza. Il bacio leggero della paprika dolce suggellerà per sempre questo incontro affettuoso di sapori e benessere. Alla fine avrete le zucchine grigliate avvolte intorno alle foglie di menta e alle alici marinate che, a loro volta, avvolgono i cuori di mozzarella come in una “matrioska” dai tratti però assolutamente mediterranei.

 

Servite in scodelline quadrate e trasparenti formando un rombo o una piramide al centro del tavolo. Sistemate di fianco i calici e le bottiglie di Friuli Collio Ribolla Gialla ben fredde.

 

Gli ospiti arrivano puntuali, la serata si apre nel migliore dei modi, il vostro aperitivo-finger riscuote tutto il successo che merita e dato che          “l'appetizer vien mangiando”...scoprite che LEI è una buongustaia e pure simpatica e addirittura che potrebbe essere molto positivo condividere gli stessi gusti, ma questo sia chiaro, solo riguardo il buon cibo!!!

 

 

Liberata Morra

 

ricette del benessere

Visita Virtuale nella Scuola

Danza per bambini a Napoli
Corsi di Modern a Napoli
Corsi di Passo a due a Napoli
Corsi di Repertorio a Napoli
Corsi di Flamenco a Napoli
Urban Dance School Napoli
Corsi di Hip Hop a Napoli
Corsi di breakdance a napoli
KnèF Street Dance
Body Flyng Napoli
Corsi di Pilates a Napoli
Corsi di Yoga a Napoli
Corsi Danza del Ventre
Corsi di Karate a Napoli
Corsi di Tai Chi a Napoli
Acro Yoga a Napoli
Corsi di recitazione e Teatro a Napoli
Lezioni di Canto a Napoli
Instagram
Saggio di Danza Artwell Ballet School 2016
Saggio di Danza Artwell Ballet School 2015
Saggio di Danza Artwell 2014
Saggio di Danza Artwell 2014
Saggio di Danza Artwell 2012
CourseForMe